Terapia cranio-sacrale

e rilascio somato-emozionale

 

E’ una terapia manuale dolce che agisce sul sistema nervoso e endocrino, permettendo l’attivazione dei naturali processi di autoguarigione dell’intero organismo, liberandolo dagli effetti residui di traumi fisici ed emotivi.

Tra le difficoltà più comuni che l’applicazione della Tecnica Cranio-Sacrale può aiutare a superare vi sono: dolori cronici, mobilità ridotta (“articolazioni rigide”), calo di energia, mal di testa ricorrenti, problemi all’Articolazione Temporo-Mandibolare (ATM), nevralgie (come quelle del trigemino), difficoltà di apprendimento (come anche dislessia e discalclia), problemi mestruali, disfunzioni legate alla menopausa, scarsa coordinazione, ecc..
Anche nei neonati e nei bambini (nelle varie fasi dell’infanzia) la Tecnica Cranio-Sacrale può risultare utile per risolvere problemi quali: coliche, iperattività, problemi di alimentazione e sonno, anomalie nello sviluppo, ecc..
La valutazione sistematica unita all’applicazione della Tecnica Cranio-Sacrale sui neonati, sia per i neonati che hanno “attraversato” un parto difficile, ma anche per quelli che hanno vissuto un parto “normale”, spesso rivela e permette di liberare facilmente restrizioni e costrizioni che, laddove invece permanessero, potrebbero comportare disfunzioni croniche durante la crescita.

Come viene praticata la Tecnica Cranio-Sacrale?
La Tecnica Cranio-Sacrale (chiamata anche CST, con l’acronimo di Cranio Sacral Therapy) viene applicata avvalendosi di una palpazione delicata e non invasiva dell’operatore. Raramente il terapista/operatore esercita pressioni superiori a cinque grammi o al peso equivalente di cinque grammi.
Questa tecnica corregge le tensioni anomale del Sistema Cranio-Sacrale, stimola il meccanismo auto-correttivo, contribuendo a formare un quadro generale armonioso, chiamato “salute”.
Questa Tecnica quindi agisce principalmente sul meccanismo auto-correttivo del nostro corpo attraverso il Sistema Cranio-Sacrale (SCS), che è un sistema fisiologico funzionale composto dal liquor (liquido cerebrospinale), dalle membrane che lo contengono, dalle inserzioni ossee e dai meccanismi che producono e riassorbono il liquido cerebro-spinale.
Il Sistema Cranio-Sacrale ha una forte influenza sui sistemi: nervoso, endocrino e immunitario. È caratterizzato inoltre da un movimento ritmico palpabile che continua per tutto il ciclo della vita. Esiste infatti uno stretto legame tra SCS ed i sistemi: Nervoso Centrale (SNC), Nervoso Autonomo (SNA), muscoloscheletrico, endocrino ed il sistema fasciale del corpo.
La valutazione viene svolta verificando il movimento in varie parti del sistema. Spesso, ultimata la verifica, la restrizione (fasciale) è stata eliminata e il sistema è in grado di correggersi da solo.
Gli operatori cranio-sacrali sono in grado di percepire il movimento del sistema cranio-sacrale (chiamato ritmo cranio sacrale) in qualunque parte del corpo, sebbene la maniera più semplice consista nel percepirlo palpando le ossa del cranio, l’osso sacro e il coccige, in quanto sono contigue alle membrane che racchiudono il fluido cerebrospinale.
È anche possibile eseguire la palpazione attraverso tutte le altre ossa della colonna vertebrale e della pelvi, nonché attraverso le ossa del viso e della articolazione temporo-mandibolare.

Per la sua natura non invasiva, il massaggio cranio-sacrale può essere praticato anche sui neonati, sulle persone anziane e sulle donne in gravidanza.

terapista: Roberto Barbaro


Nutrizione Ortomolecolare

 

TORNARE IN FORMA CON LA NUTRIZIONE ORTOMOLECOLARE

La nutrizione ortomolecolare, dal greco “Ortos”che significa “equilibrio”si basa sulla disintossicazione e il riequilibrio del ph dei nostri fluidi, rialcalinizzando il nostro organismo. Si torna nel peso forma e in salute, utilizzando vari approcci, dall’esame delle intolleranze alimentari al test metabolico, al mineralogramma, tenendo conto del gruppo sanguigno e con piani di educazione alimentare personalizzati. E ‘un percorso semplice, basato sul ripristino del terreno di base e sulla pulizia del colon da parassiti, funghi, muffe, candidosi e sulla chelazione dei metalli pesanti.
L’ideale per chi ha kili in eccesso e non vuole pesare i cibi, si dimagrisce senza grosse rinunce ed è adatto anche a chi mangia spesso fuori casa.


Fitoterapia

 

La fitoterapia è una medicina complementare che utilizzata le erbe per la cura di diversi disturbi e patologie psico-fisiche.

 

operatore: Marianna Giudicepietro


Fiori di Bach

 

La Floriterapia è stata annessa fra le Medicine Alternative dall’OMS dal 1976. Rappresenta una branca emergente della medicina biologica, che si avvale di una serie di essenze naturali preparate a partire da fiori silvestri. I fiori di bach sono fiori spontanei individuati negli anni ’30 dal dot. Edward bach, che ne intuì l’affinità con specifici stati d’animo e ideò il metodo per estrarne e diluirne l’essenza.

operatore: Marianna Giudicepietro


Massaggio ayurvedico

La parola Ayurveda significa “Conoscenza della lunga e sana vita”, e rappresenta la scienza medica che studia l’aspetto fisico, mentale e spirituale della vita in relazione all’universo ed ai 5 elementi che lo compongono, e che si sviluppa nel completo sistema medico tradizionale dell’India, trasmessa dai saggi Rishi 5000 anni fa’ attraverso i Veda, i più antichi testi giunti a noi dall’India.

L’Ayurveda vede dunque l’essere umano nella sua totalità e mai parzialmente, e riconosce nell’insorgere della malattia la diretta conseguenza di uno squilibrio del sistema corpo-mente-anima e nel sintomo un campanello d’allarme da ascoltare per agire tempestivamente sulla risoluzione delle cause della malattia, ben più profonde del sintomo, attraverso un’alimentazione adatta alla costituzione della persona, rimedi fitoterapici e terapie di massaggio specifiche attuate con oli medicati.

I Trattamenti Ayurvedici rappresentano
un valido aiuto per risolvere:

– Problemi muscolari
– Problemi alle ossa
– Disturbi digestivi
– Insonnia
– Disturbi circolatori
– Problemi linfatici
– Problemi respiratori
– Problemi renali
– Problemi alla pelle
– Problemi riproduttivi

Inoltre favoriscono l’aumento delle difese immunitarie, l’eliminazione delle tossine ed aiutano a ritrovare l’armonia, riequilibrando il sistema nervoso.


Thai Yoga Massage

Il Traditional Thai Yoga Massage può vantare una lunga storia terapeutica. Se si rintraccia l’evoluzione delle tecniche di massaggio curativo praticate in Thailandia, si scopre il fatto sorprendente che le prime radici del massaggio thailandese non si trovano in Thailandia, ma in India. Si ritiene che il leggendario fondatore dell’arte sia stato un medico del nord dell’India. Conosciuto come Jivaka Kumar Bhaccha, fu un contemporaneo del Buddha e medico personale del Re Magadha Bimbisara oltre 2500 anni fa. Gli insegnamenti di Kumar Bhaccha raggiunsero probabilmente quella che ora è la Thailandia nello stesso periodo del Buddhismo – già nel 3 ° o 2 ° secolo a.C. Il fondamento teorico del massaggio thailandese si basa sul concetto di linee di energia invisibili che attraversano il corpo. L’origine e l’influenza dell’India sono evidenti qui poiché lo sfondo di questa teoria risiede chiaramente nella filosofia dello Yoga, la quale afferma che l’energia vitale (chiamata Prana) è assorbita dall’aria che respiriamo e dal cibo che mangiamo. Lungo una rete di linee energetiche, chiamate Nadi, l’essere umano viene quindi rifornito di questa energia vitale. Di queste linee energetiche il massaggio thailandese ne ha selezionate dieci principali sulle quali sono presenti punti di digitopressione particolarmente importanti. Il massaggio di queste linee e punti consente di trattare un’intera gamma di malattie o di alleviare il dolore. Le 10 linee principali sono sufficienti per condurre un trattamento pratico per tutto il corpo e i suoi organi interni. Disturbi nel flusso di energia si traducono in una fornitura insufficiente di Prana, che a sua volta porterà la malattia. Lavorare sulle linee energetiche con il massaggio può rimuovere i blocchi, stimolare il libero flusso del Prana ed aiutare a ripristinare il benessere generale.


Access Consciousness® e i Bars

Cosa ci vorrebbe per cambiare la tua vita?

Che cosa è Access Consciousness®? È un insieme di strumenti e tecniche utili per aiutarti a cambiare tutto ciò che non funziona nella tua vita,in modo da poter avere una nuova prospettiva e una realtà differente. L’obiettivo di Access Consciousness è quello di “Potenziare le persone nel riconoscere il proprio sapere”, per espandere la propria consapevolezza e creare così la realtà che desiderano. E tu sei pronto ed esplorare le infinite possibilità?

Cosa sono i Bars®? Sono 32 punti sulla testa, che quando vengono toccati leggermente,liberano tutte le limitazioni che hai in diverse aree della tua vita e del tuo corpo. È come cancellare vecchi files dal computer. Queste aree includono i soldi, l’invecchiamento, il corpo,la sessualità,la gioia,la tristezza,la guarigione,la creatività,la consapevolezza,il controllo e molte altre.

E a te cosa piacerebbe davvero cambiare?

Numerosi sono i campi di utilizzo di Access Bars® per:
– Diminuire lo stress e avere maggiore chiarezza mentale
– Scioglier e i blocchi mentali,fisici, emozionali ed energetici
– Rilassare profondamente
– Migliorare la qualità del sonno
– Disturbi comportamentali(iperattività)
– Per i ragazzi prima degli esami
– Per le donne in gravidanza
– Per regalare al vostro corpo più facilità e gioia

L’incontro con Access Bars® può dare alla tua vita un impulso di leggerezza e rinnovamento.
E’ ciò che è accaduto a me e che vorrei condividere con voi tutti.

Facilitatore Bars Access: Serena Costantini


Terapia Regressiva Ricostruttiva (TRR)

Metodo basato sull’ipnosi, il quale incoraggia il cliente al “ritorno” delle prime fasi dello sviluppo del cervello (vita intrauterina, nascita e infanzia); mediante una tecnica di rilassamento, se raggiunge uno stato di trance lieve, dove è possibile arrivare alle emozioni trattenute e bloccate nell’inconscio e che potrebbero provocare disagio. Si conclude con una “rielaborazione” dei modelli mentali e flusso di emozioni per un’adattamento armonioso e sano.

Un trance lieve, permette la libera associazione dell’inconscio, un alto grado di emotività e di una rielaborazione degli schemi mentali, concedendo persino la neuroplasticità nel nostro cervello. Il cliente è in grado di ricordare tutto il percorso della sua seduta.

Counselor Professionale

Intervento orientato alle relazioni di aiuto psicologico, in cui una persona, partendo dalle proprie doti e qualità relazionali, aiuta un’altra a far emergere risorse e potenzialità di fronte a situazioni problematiche della vita.